Il progetto

Sono attualmente disponibili in italiano le seguenti pagine di questo blog:

Il progettoChi siamoLa Lettera FieschiRescrivendo una pagina di storia – i volti di The Auramala Project – e tutti i post nella categoria ‘Le storie dietro la Storia’.

The Auramala Project

Re Edoardo II è stato davvero ucciso nel castello di Berkeley, in Inghilterra, nel 1327?
O, come qualche documento storico dichiara, è scappato per vivere da eremita negli Appennini di Pavia?

Questo è il mistero del destino di un re inglese.

E questo è un mistero che ha assillato la popolazione nella provincia di Pavia, in Lombardia, per molti anni. La mia collega, Maria Rosa, come del resto tanti altri in quest’area, ricorda che quando era ancora bambina, suo zio le raccontava la storia di un re inglese che viveva tra le splendide colline. Ed ora, in quanto figlio adottivo della provincia pavese, questo mistero ha catturato anche la mia attenzione. Ed è proprio per questo che sto scrivendo questo blog e che col resto della squadra del Mondo di Tels, sto facendo la mia parte in The Auramala Project.

Ivan Fowler.

L’Auramala Project si prefissa tre obiettivi in tre fasi: 1) portare all’attenzione di un vasto pubblico il mistero sulla fine di Edoardo II pubblicando il romanzo storico Edward. Il mistero del re di Auramala sulla “seconda vita” di Edoardo II; 2) studiare gli archivi del Nord Italia alla ricerca di ulteriori documenti che possano fare nuova luce sulla sorte del re; 3) estrarre DNA dei resti che fino ad ora si pensava appartenessero a Edoardo II in modo da poter definitivamente identificare il vero luogo di sepoltura del re.

line
Copertina New

Fase 1- Il romanzo Edward. Il mistero del re di Auramala come stimolo per la ricerca

Edward. Il mistero del re di Auramala non è soltanto un’eccezionale lettura. E’ anche un modo per portare la vicenda di Edoardo II all’attenzione del grande pubblico, coinvolgendo in questo modo scienziati, storici e allo stesso modo qualsiasi altra persona profana in questo campo in un progetto di ricerca incrociata tra tutte le aree disciplinari, allo scopo di accendere nuove luci in merito. In effetti, l’aspetto più interessante di The Auramala Project è il modo in cui il pubblico viene coinvolto nella soluzione del mistero. L’ultima pagina di Edward. Il mistero del re di Auramala è un invito ai lettori a controllare le proprie origini e prendere parte alla Fase 3-L’ approccio genetico (vedi sotto). Il romanzo uscirà il 21 giugno 2016, a cura di Edizioni Piemme. Controllate sempre il nostro blog per aggiornamenti!


line

Fase 2 – L’ approccio Storico

In Italia si possono trovare archivi storici che già erano presenti al tempo di Edoardo II, e questo può offrire nuovi spunti sul caso. Finora, gli storici che si sono occupati di questo argomento si sono limitati ai documenti a disposizione dei ricercatori britannici, e sulla celebre Lettera Fieschi (vedi Il Mistero di Edoardo II). Gli archivi del Nord Italia non erano ancora stati esaminati con lo scopo di individuare prove della presenza o meno del re qui in Italia. Gli archivi che si sono mostrati maggiormente utili per le finalità di questa ricerca sono: l’Archivio Diocesano di Vercelli, dove l’autore della Lettera Fieschi divenne vescovo in età avanzata; gli Archives Départementales de l’Herault (Montpellier), gli Archivi di Stato di Torino e Milano; gli archivi Malaspina di Godiasco, Varzi e Mulazzo; e l’Archivio Storico Diocesano di Genoa e l’Archivio Generale Arcivescovile di Bologna, la Biblioteca Universitaria di Pavia, e la Biblioteca Berio di Genova. Oltre alla ricerca e studio di documenti inediti, il progetto si è avvalso di edizioni storiche dei registri reali, imperiali e papali dell’epoca per effettuare l’esame incrociato delle varie fonti.

 

line

Fase 3- L’approccio Genetico

Il DNA Mitocondriale (mtDNA) traccia in modo indelebile la linea materna (di madre in figlia) in diretta discendenza. L’insieme di tutti gli eredi diretti della madre di Edoardo II (il cui mtDNA è tra l’altro identico all’mtDNA del re stesso) può essere esaminato in modo da poterlo confrontare geneticamente col mtDNA dei resti che si pensa appartengano a Edoardo II, stabilendo in modo definitivo quale delle due tombe ritenute sue, in Italia oppure in Inghilterra, sia quella vera.
Tutti hanno la possibilità di partecipare a questo progetto, e cercare la madre di Edoardo II nel proprio albero genealogico. I discendenti potrebbero essere trovati non solamente in Inghilterra, ma anche negli Stati Uniti, in Canada, in Sud Africa, in India, in Australia, in Nuova Zelanda e probabilmente anche in Francia, oppure in altri stati Europei e nelle loro ex colonie. Ognuno di noi potrebbe sorprendersi a trovare Edoardo II nella propria stirpe! (vedi il post Fase 3, DNA: getting to the bottom of it all (anche in italiano))

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s