DNA: Getting to the bottom of it all

The genetic side of the Auramala Project is fundamental to getting to the bottom of this mystery. Bear with me for a short but exciting look at the genetics involved in the test, and find out how you can personally get involved.

line

DNA typing and your family tree
Mitochondrial DNA is present in every cell of the body, remains unaltered from generation to generation, and is passed from mothers to all of their children, but is not passed on from fathers to THEIR children. So, I, my brother and my sisters all carry our mother’s mtDNA. But I and my brother have not passed it on to our children. They will receive my wife’s mtDNA. But my sisters can pass on their mtDNA to their children, so any nieces or nephews I have from my sisters will carry our mother’s mtDNA. If they are nieces, they will be able to pass it on themselves, and so on and so on. Therefore, by following the mother-daughter line down through the ages from Edward II’s mother, we can isolate his mtDNA molecule, which he received from his mother but was not able to pass on to his children.

mtDNA

The good news is that, with a little genealogical research, any of us may discover that we are the carrier of the same mtDNA molecule as Edward II, depending on our direct-female-line ancestries. Once we have located the king’s maternal descendants, we can compare their mtDNA molecule with that of the body purported to be that of Edward II in his tomb in Gloucester Cathedral. If they don’t match, it means that is not Edward II’s body, unless he was a changeling at birth (unlikely, given he strongly resembled his father.)

line

How likely is it that you may be a carrier of the special mtDNA molecule?
Surprisingly likely. Actually, all of us are statistically descended from Edward II, and from every other person alive in England at the time. Of course, being descended in the direct female line is rarer, but still there will be many more cases than you might think.

line

Why do we need lots of people to participate in this project?
In part because it’s exciting, and we want to share that excitement. In part because genealogists are human too, and make mistakes. We may well find that not all the people who think they descend in a mother-daughter line from Edward II’s mother really do. If a mistake was made concerning the direct female lineage somewhere in their family tree, they will not have the same mtDNA as Edward II’s mother. I would expect perhaps 5 to 10 percent will find they have mtDNA molecules different to the others. If we were following the male line, it would be far higher though, again because, as the Romans used to say, mater semper certa est, pater unquam (the mother is always certain, the father, never). The other 90 to 95 percent will all share one unique mtDNA molecule, which we will take to be Edward II’s mother’s, and therefore his. We compare that with the mtDNA extracted from the remains in Gloucester, and see what happens. What a big moment that will be when we get there!

line

Are we in the business of disturbing graves?

All of us here at The Auramala Project wish to specify that we are not in the business of disturbing or desecrating graves. Indeed, to the authorities that will decide whether or not the final stage in the Project should go ahead, our intention is to propose a unique, non-invasive approach. We wish to make use of technology and methods borrowed from non-invasive surgical techniques called laparoscopic surgery or ‘key-hole’ surgery. This would allow the necessary examinations to be undertaken with the minimal possible disturbance to the sanctity and physical state of the grave. It may well be possible to make use of existing micro-fissures in the tomb, that have opened up over the seven centuries due to natural causes (changes in humidity, temperature, barometric pressure).

This is absolutely essential, principally, but not only, out of respect for the mortal remains of the dead (personally, I would be distraught to think of my own grave being disturbed in this way at some future date, and even more distraught if it were one of my ancestors’ graves). The tomb of Edward II in Gloucester Cathedral is also one of the highest examples of 14th century scultpure in Great Britain, and no one is more sensitive to the value of the conservation of artistic heritage than us. Tombs were not made to be opened, and we would like to see this one remain closed.

Tomb

Edward II’s tomb in Gloucester Cathedral.

————————————

La parte genetica del Progetto Auramala è fondamentale per arrivare a capo del mistero. L’mtDNA è presente in ogni cellula del corpo, resta inalterato di generazione in generazione e si trasmette di madre in figlio, ma non dai padri ai LORO figli. Quindi io, le mie sorelle e mio fratello abbiamo tutti l’mtDNA di nostra madre. Ma io e mio fratello non l’abbiamo trasmesso ai nostri figli. Loro riceveranno l’mtDNA di mia moglie. Ma le mie sorelle possono trasmettere il loro mtDNA ai loro figli, così che tutti i nipoti che avrò dalle mie sorelle avranno l’mtDNA di nostra madre. Se saranno delle nipoti, lo potranno trasmettere a loro volta, e così via. Perciò, seguendo la linea madre-figlia fino agli anni della madre di Edoardo II, possiamo isolare la sua molecola di mtDNA, che ha ricevuto da sua madre ma che non ha potuto passare ai suoi figli.

La buona notizia è che con una piccola ricerca genealogica chiunque tra di noi può scoprire di essere portatore della stessa molecola di mtDNA di Edoardo II, seguendo le generazioni in linea femmine. Una volta localizzati i discendenti materni del re, possiamo confrontare la loro molecola di mtDNA con quella del corpo che si pensava fosse quello di Edoardo II nella sua tomba nella Cattedrale di Gloucester. Se non combaciano significa che quello non è il corpo di Edoardo II, a meno che non si tratti di un bimbo scambiato alla nascita (con una sfortunata somiglianza col padre)

Quanto è probabile che siate portatori della speciale molecola di mtDNA?

Sorprendentemente è probabile. In realtà, tutti siamo statisticamente discendenti di Edoardo II, e di tutti gli altri inglesi di quel periodo. Ovviamente, essere discendenti nella stirpe diretta femminile è raro, ma ci sono comunque più casi di quanti si possa pensare.

Perchè abbiamo bisogno che molte persone partecipino al progetto?
Da una parte perchè è eccitante, e vogliamo condividere questo entusiasmo. Dall’altra parte perchè i genealogisti sono umani, e fanno errori. Potremmo scoprire che non tutte le persone che pensano di discendere dalla stirpe madre-figlia della madre di Edoardo II effettivamente lo sono. Se è stato fatto un errore a proposito della discendenza diretta femminile in un qualche punto del loro albero genealogico, non avranno lo stesso mtDNA della madre di Edoardo II. Mi aspetto che circa il 5 o il 10 per cento scoprirà di avere le molecole di mtDNA diverso dagli altri. Se avessimo seguito la linea maschile, la percentuale sarebbe però molto più alta, proprio perchè, come dicevano i romani,
mater semper certa est, pater unquam (la madre è sempre certa, il padre mai). L’altro 90/95 per centro condividerà un’unica molecola di mtDNA, che sarà quella della madre di Edoardo II, e quindi la sua. Lo confrontiamo con l’mtDNA estratto dai resti a Gloucester, e vediamo cosa succede. Che gran momento sarà quando ci arriveremo!

Tutti noi del Progetto Auramala desideriamo precisare che non ci troviamo in mezzo ad un caso di tombe profanate. Anzi, alle autorità che decideranno se l’ultimo stadio del Progetto potrà andare avanti, la nostra intenzione è di proporre un approccio unico e non invasivo. Speriamo di utilizzare la tecnologia e i metodi presi in prestito dalle tecniche chirurgiche non invasive chiamate laparoscopie o intervento “buco della serratura”. Questo permetterebbe di svolgere i controlli necessari con un danno minimo allo stato fisico e sacrale della tomba. Potrebbe allo stesso modo essere possibile utilizzare le micro fessure presenti nella tomba che si sono aperte nel VII secolo per cause naturali (cambiamenti di umidità, temperatura, pressione barometrica).

Questo è assolutamente essenziale, principalmente, ma non solo, per il rispetto dei resti dei morti (personalmente, sarei sconvolto al pensiero della mia tomba disturbata in questo modo nel futuro, e ancora più sconvolto se fosse uno dei miei discendenti a farlo). La tomba di Edoardo II nella Cattedrale di Gloucester è anche uno dei più alti esempi di scultura del XIV secolo in Inghilterra, e nessuno è più sensibile di noi al valore della conservazione del patrimonio artistico. Le tombe non sono state costruite per essere aperte, e vorremmo che questa rimanesse chiusa.

Advertisements

4 thoughts on “DNA: Getting to the bottom of it all

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s